TIM – RSU SLC CGIL Piemonte e STAFF Nord Torino – UNA MANOVRA ANTIECONOMICA (19/7/16)

Sindacato Lavoratori Comunicazione

19 luglio 2016

UNA MANOVRA ANTIECONOMICA

L’attivazione del Progetto JOB CENTER a Torino, si è concretizzata, per ora, con la “chiamata” di alcuni colleghi appartenenti alla Funzione Strategy & Innovation che saranno sottoposti a formazione ed a riconversione professionale “forzata”. Sorgono immediatamente una serie di dubbi circa la scelta dei colleghi, alcuni dei quali provengono dalla soppressione di precedenti realtà aziendali (caselle), mentre altri sono stati estrapolati da realtà esistenti, in base a criteri sconosciuti e non spiegati agli stessi.

Alla “popolazione” coinvolta sono stati offerti ruoli appartenenti alla realtà VENDITE di TIM, quali “Account Manager” e “TIM Personal Consultant”. Ci piacerebbe, anche per questa diversa offerta, comprendere la logica, così come sarebbe opportuno avere chiaro il nuovo ruolo di TIM Personal Consultant, per il quale l’azienda non ci da chiare spiegazioni.

I lavoratori, ad oggi, coinvolti risultano essere in maggioranza laureati in ingegneria, informatica ed esistono anche casi di “plurilaureati”, con “bagagli” professionali ed accademici che un’azienda accorta, non dovrebbe ignorare, soprattutto in questo momento aziendale in cui le sfide del mercato sono assai ardue. Con tutto il rispetto per i ruoli offerti in ambito Vendite ai colleghi, riteniamo opportuno che l’azienda sospenda la riconversione di questi colleghi al fine di:

1. Valutare ulteriori attività, assai più appetibili per gli stessi e per le quali sono già in parte formati (Big Data, Multimediale, Digitale, Informatica), presentate alle OO.SS come possibile “sbocco” in ambito job center;

2. Possibili inserimenti in ambito TILAB, a fronte di posizioni che potrebbero crearsi, anche in relazione alla Funzione, di recente introduzione, Technological Scouting & Software Development Center, che ha il mandato di assicurare lo scouting di nuove soluzioni/tecnologie a supporto dell’innovazione dei servizi digitali, nonché lo sviluppo delle relative soluzioni software;

3. Ottenere un tavolo di confronto in merito a: RICERCA, INNOVAZIONE, INFORMATICA, attività e mondi tra loro strettamente connessi che non possono e non devono essere analizzati e valutati separatamente. Chiediamo, pertanto, alla Segreteria Nazionale SLC CGIL di procedere in merito, al più presto, tenuto anche conto dell’accordo sottoscritto ieri, relativamente a TI.IT Srl.

Riteniamo che quanto sopra esposto sia anche e soprattutto nell’interesse dell’azienda che, ricollocando tali lavoratori nelle attività sopra indicate, sopporterebbe meno costi di formazione ed avrebbe, da subito, a disposizione “risorse pregiate” in ambiti in cui c’è necessità di personale, con una giusta commistione tra professionalità e curriculum accademico.

Riteniamo, inoltre, opportuno segnalare all’azienda che, al fine di ottenere delle riconversioni professionali utili e di successo, sono indispensabili la MOTIVAZIONE, le ASPETTATIVE ed il SENSO DI APPARTENENZA delle persone coinvolte, i cui significati e contenuti devono essere manutenuti nel corso del tempo, soprattutto dall’azienda, in quanto è attraverso essi che i lavoratori svolgono con energia positiva ed instancabilmente la loro attività.

Per questo indichiamo all’azienda di avere massima cura di queste evidenze invisibili, che hanno notevole importanza per l’impegno, l’esito, le tempistiche, la creatività e l’autonomia delle lavorazioni. E’ necessario, quindi, che le riconversioni professionali siano CREDIBILI, NECESSARIE, OPPORTUNE e che l’azienda si adoperi, al fine di evitare ulteriori oneri energetici ai lavoratori ed oneri economici a se stessa, evitando di indirizzare i lavoratori verso attività appartenenti a mondi assai lontani da comprendere e vivere.

Ovviamente, come di consueto, sarà nostra cura monitorare il percorso dei lavoratori di S&I coinvolti e di valutare eventuali azioni richieste dagli stessi in caso di violazione dei loro diritti, di discriminazioni e di altri atti o fatti dagli stessi denunciati.

RSU SLC CGIL TIM PIEMONTE – RSU STAFF NORD SLC CGIL di Torino

Comunicato Strategy Torino_190716.pdf

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Temi Sindacali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...